Archivio tag | Sellerio

Non tutti i bastardi sono di Vienna

«Maggiore, la guerra è assassinio, sempre… voi ora volete solo dare un esempio: uccidere dei signori non è come uccidere dei contadini! Negando la grazia voi contribuite… sto dicendo voi, barone von Feilitzsch, perché qui ci siete voi… contribuite a distruggere la civiltà di cui voi ed io… e questo ragazzo… facciamo parte, e la civiltà è più importante del destino degli stessi Asburgo, o dei Savoia».

Annunci

La piramide di fango

Districandosi tra tutto quel fango nel quale «sguazzariano» costruttori, ditte, funzionari pubblici, una cosa Montalbano non riesce a togliersi dalla testa: che il morto, andando a morire dentro alla galleria, avesse voluto comunicare qualche cosa

Il mistero del terzo miglio

Negli ultimi tempi il suo consumo di cibo, tabacco e alcol si era attestato a livelli di dipendenza clinica e, giunto all’età di cinquantadue anni, aveva deciso per l’ennesima volta che il suo stomaco, così come i suoi polmoni e il suo fegato, avevano urgente bisogno di qualche giorno di astinenza totale.

Il birrario di Preston

“Da noi in Sicilia parlare latino significa parlare chiaro” – “E quando volete parlare oscuro?” – “Parliamo siciliano, Eccellenza.” – “Vada avanti in latino”

Pronti a tutte le partenze

Diversissimi per origine, cultura, formazione, i quattro protagonisti si scoprono tremendamente simili: guadagnano lo stesso niente, condividono il medesimo nulla e nutrono un identico scontento

L’ ispettore Morse e il commissario Montalbano

Uomini diversi che vivono in due paesi geograficamente e climaticamente lontani, eppure con alcune affinità che permettono ad ambedue di entrare, senza alcuna difficoltà, nella mia personale classifica dei poliziotti buoni. Entrambi non più giovani, sono uomini arguti, colti, astuti quanto basta, sottili conoscitori dell’animo umano e sensibili loro stessi a ciò che li circonda: l’ispettore Morse […]