Lascia un commento

L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio

MurakamiL’ultimo libro di Murakami, L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio, ricorda in alcuni momenti Norwegian Wood e forse questo è uno dei motivi per cui non mi è piaciuto molto, come non mi piacque granchè il libro che portò al successo Murakami .

Come sempre l’autore mi rapisce con particolari perfetti:
– la musica struggente che fa da sottofondo al viaggio di Tazaki Tsukuru: il brano si chiama Le mal du pays di Franz Liszt, l’interpretazione di Alfred Brendel nella raccolta Anni di pellegrinaggio, prima suite Première année: Suisse.
“Grosso modo significa “nostalgia di casa”, o “malinconia”, ma se vuoi una definizione più precisa potrebbe essere “la tristezza senza ragione che il paesaggio infonde nel cuore degli uomini”. Farne una traduzione esatta è difficile.” (p.47)

– oppure la scelta dei nomi dei protagonisti:
“- Mi chiamo Tazaki Tsukuru.
– Tsukuru come il verbo che significa fabbricare?
– Si, esatto. ” (p.193)

Nonostante questi dettagli che mi confermano l’attenzione e la cura dell’autore, quest’ultimo romanzo non mi ha affascinato né coinvolto come altri suoi lavori.

L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio di Murakami Haruki – Eianudi

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: